p40.it


sito di Pasquale Quaranta

Sei in: home > articoli > Liberi dall’omofobia

Liberi dall’omofobia

“Quando eravamo froci”. Il nuovo libro di Andrea Pini

di , La Nuova Ecologia, maggio 2011, p. 25

Un bel modo per celebrare quest’anno il 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, è leggere il nuovo libro di Andrea Pini, fresco di stampa, Quando eravamo froci. Gli omosessuali nell’Italia di una volta (il Saggiatore). Un testo che ricostruisce con inedite foto d’epoca e con interviste a protagonisti e testimoni diretti, un periodo storico della condizione omosessuale prima della nascita del movimento gay.

Con il rigore dello storico del costume, Pini denuncia l’atteggiamento oppressivo della società italiana dalla fine della guerra agli anni ‘70 che, sia pure in maniera diversa, persiste ancora oggi nel linguaggio e negli atti violenti contro le persone omosessuali e transessuali.

Lo stile spesso ironico dell’autore e le testimonianze raccolte – straordinari racconti di vita – mostrano anche la vitalità e la resistenza di tante persone che, nonostante la clandestinità a cui erano costrette, sono riuscite a vivere con leggerezza (anche divertendosi) senza lasciarsi schiacciare da una cultura mortifera e sessuofobica.

«Visto dalla nostra parte – scrive Natalia Aspesi nella prefazione – dalla parte della ragazze sceme come noi, che allora non avevano mai sentito pronunciare la parola frocio, questo libro, illuminante, importante, ci rabbuia pensando ai nostri tormenti femminili per quei fidanzati così vaghi, e i nostri complessi di inferiorità, e le lacrime notturne e le domande senza risposta…».

Donne eterosessuali e uomini omosessuali, vittime innocenti di tempi bigotti, ci insegnano che l’omofobia è un danno per tutti. E che liberarcene, invece, fa bene alla salute.

Torna su ^